Scrittura creativa e poesia

Laboratorio di Scrittura creativa e poesia

con Azzurra D’Agostino

Sede: Orto Botanico di Cagliari
Numero partecipanti: 20 al giorno
Calendario: 18-19 maggio, 2 laboratori
18 Maggio dalle 15 alle 18.30 (Castello e Stampace) || 19 maggio dalle 15 alle 18.30 (Villanova e Marina)
Costo: 2 € per ingresso all’Orto botanico

Scrittura, poesia e sensorialità con i cittadini e gli ospiti dei centri di accoglienza per sperimentare un tempo diverso dalla precarietà del quotidiano. Partendo dalle potenzialità del corpo, i partecipanti svolgeranno un percorso di riscoperta della propria biografia personale e della propria creatività. Esercizi narrativi di scrittura interculturale per rispondere alla urgente necessità di dialogo e di scambio, oltre ogni barriera, attraverso il recupero di storie, racconti e narrazioni che aiutino a guardare oltre gli stereotipi di questa epopea delle migrazioni. Il seminario di poesia sarà condotto da Azzurra D’Agostino, poetessa che creerà insieme agli ospiti poesie ispirate all’essenza dell’haiku (nella letteratura giapponese una brevissima poesia formata solo da tre versi). «L’autobiografia poetica del paesaggio – spiega Azzurra d'Agostino - è un laboratorio di lettura e scrittura poetica dove tutti, anche chi non pratica la scrittura, possono essere parte attiva e scrivere. Un modo per riflettere su di sé, un’occasione informale e creativa per scoprire il proprio mondo».

Le autobiografie e le poesie che verranno scritte durante il laboratorio faranno parte della drammaturgia finale.

Azzurra D’Agostino
Azzurra D’Agostino è nata a Porretta Terme, sull’Appennino Tosco-Emiliano. Ha pubblicato diverse raccolte di poesia, tra cui D'aria sottile, Transeuropa 2011 – selezione Premio Viareggio – e Canti di un luogo abbandonato, SassiScritti 2013 – menzione speciale Premio Marrazza e Premio Carducci 2014. Ha pubblicato interventi, racconti, poesie, su varie riviste e antologie. Scrive per il teatro, conduce laboratori di lettura e scrittura poetica e si occupa di organizzazione culturale come presidente dell’Associazione Culturale SassiScritti.
La sua esperienza nel guidare piccoli gruppi di lettura e scrittura poetica è iniziata diversi anni fa con alcune scuole per poi allargarsi a esperienze rivolte alle persone più diverse (sofferenti di malattie mentali, insegnanti, migranti). Possiede l'attestato di insegnante di italiano come L2 per gli stranieri e ha tenuto nel 2016 un laboratorio di poesia dentro il CPIA Montagna, una scuola sull’Appennino Bolognese che si occupa di ragazzi problematici, di alfabetizzazione e di fornire le prime lezioni di italiano a rifugiati, migranti e analfabeti. In teatro ha scritto per Teatro dei Venti di Modena, Daria Deflorian, Giulio De Leo.