Teatro sensoriale

Laboratorio di Teatro sensoriale

4 laboratori | 4 quartieri | 4 sensi | 4 elementi
con Karim Galici

Sede: Teatro Civico di Cagliari (quartiere Castello) e successivamente altre location dei quartieri storici
Numero partecipanti: min 5, max 20
Calendario:
UDITO (quartiere Castello; elemento Aria): 29-30 aprile || 27-28 maggio || 24-25 giugno
TATTO (quartiere Stampace; elemento Fuoco) 6-7 maggio || 3-4 giugno ||1-2 luglio
OLFATTO (quartiere Villanova; elemento Terra) 13-14 maggio || 10-11 giugno || 8-9 luglio
GUSTO (quartiere Marina; elemento Acqua) 20-21 maggio || 17-18 giugno ||15-16 luglio

Sab 15-19 | Dom 11-14; 15-19

17-30 luglio prove e spettacoli

Costo per laboratorio: 70 euro
Costo per tutti e quattro i laboratori: 210 euro
Sconto del 50% per gli studenti, per i residenti nel quartiere e per tutti coloro che hanno già frequentato laboratori con ASMED

Quattro laboratori rivolti a persone di tutte le età, anche senza un’esperienza di base. Il punto di partenza sarà l’approccio degli individui al gruppo attraverso il gioco, l'ascolto e l'interazione. Durante i laboratori si svilupperanno domande sui sensi, sul migrare, sull’abitare la città, sulle proprie storie personali e su quelle raccontate da altri, alle quali si cercherà di dare una risposta con la pratica performativa. Alcuni esempi: come possiamo raccontare una storia attraverso tatto e olfatto? È possibile descrivere una città solamente con i suoni? I sapori possono raccontarci un popolo?
Ciascun laboratorio approfondirà, in seguito, la formazione dei partecipanti attraverso un senso (tatto, udito, olfatto, gusto) in relazione al quartiere di riferimento di Cagliari (Castello, Stampace, Villanova, Marina) e in relazione all’elemento associato (aria, fuoco, terra, acqua). Durante questa parte si lavorerà spesso bendati o nell’oscurità, per privilegiare quei sensi più primordiali e fortemente emotivi che nella quotidianità si assopiscono a causa della predominanza della vista.
Nell’ultima fase si lavorerà sulla drammaturgia e su tutti gli strumenti tecnici fondamentali per preparare un percorso sensoriale sulle essenze della città. Il percorso si concluderà con la pratica delle prove e la messa in scena sensoriale dell’evento “Vita nella città – Cagliari aperta al mondo”.
Ogni laboratorio prevede tre weekend di lavoro.

Karim Galici
Karim Galici (Cagliari, 1977) regista, attore e manager culturale. Laureato in Discipline dell’Arte, della Musica e dello Spettacolo (D.A.M.S) all’Università degli studi di Roma Tre e Master in Management per lo Spettacolo (MASP) alla SDA Bocconi. Si diploma allo Studio Internazionale dell’Attore “Permis De Conduire” e inizia la sua carriera nel '99 debuttando nel ruolo di Amleto al Teatro Agorà di Roma. Nello stesso anno partecipa alla fondazione del Teatro delle Apparizioni con cui resterà sino al 2001. Parallelamente ad un’intensa attività teatrale, lavora nel cinema indipendente partecipando come attore a 4 film (tra cui La fame e la sete di Antonio Albanese dove interpreta uno dei profughi che vengono rimpatriati) e 4 cortometraggi, di cui 2 come regista e sceneggiatore. Dal 2002 inizia una profonda collaborazione con il Living Theatre impegnandosi in un teatro politico e sociale (tra le diverse produzioni è in tournée nazionale con lo spettacolo Not in my name contro la pena di morte). Fonda a Roma la compagnia Impatto Teatro con la quale approfondisce i linguaggi sensoriali con cui la giovane compagnia realizza spettacoli e laboratori che riescono a comunicare in maniera poetica, forte e diretta con spettatori di tutte le etnie e di abilità diverse. Nel 2013 termina in Spagna la Escuela de lo Sentidos diretta da Enrique Vargas (Teatro de los Sentidos). Con la compagnia internazionale di Barcellona partecipa a 6 laboratori e realizza 2 spettacoli di cui l'ultimo all'interno del Festival Teatralia 2016 (Madrid). Attualmente lavora con ASMED, che ha prodotto i suoi ultimi spettacoli: “Il Museo danzante”, spettacolo in forma di visita guidata per i musei e “Invisible Space”, progetto su Le città invisibili di Calvino (2016) che mescola professionisti e non professionisti. Inoltre collabora per Maya alla realizzazione del find (Festival Internazionale Nuova Danza).